CASTELLO DI CAVERNAGO (BG)+ MOSTRA

11.04.2017 21:59

QUANDO: Lunedì di Pasquetta, 17 Aprile 2017

A CHE ORA: 9.00

COSTO: ingresso al castello + mostra 5 euro stabiliti dall'organizzazione (indipendente dal nostro sito), gratuito fino a 12 anni

INDIRIZZO: Via Castello, 1 Cavernago (BG)

  • IL CASTELLO

 

Un'occasione unica per visitare questa storica residenza d'epoca, normalmente aperta soltanto per matrimoni ed eventi speciali. Il castello, posto al crocevia delle provincie di Milano, Bergamo e Brescia, risale al 1243; un primitivo caseggiato era appartenente ai canonici della Cattedrale di Bergamo, che nel 1341 lo vendettero a tale Guglielmo  Assonica. Fu uno dei discendenti di questo personaggio a vendere il caseggiato, nel 1470, a Bartolomeo Colleoni, il condottiero bergamasco che apportò importanti variazioni all'edificio. Un suo discendente, Francesco Martinengo Colleoni, conferì al castello l'attuale struttura, che quindi risale agli anni compresi tra il 1597 e il 1610.

La dimora è caratterizzata da un grande cortile con doppio loggiato. La dimora è arricchita da preziosi affreschi eseguiti dai pittori Giacomo Barbello di Lodi e Gian Battista Azzola. Il Martinengo, oltre a uomo d'arme e ingegnere militare al servizio dei duchi di Savoia (Emanuele Filiberto prima Carlo Emanuele dopo), fu anche un fine diplomatico e uomo di cultura. Nel 1608 ospitò a Cavernago Francesco IV Duca di Mantova, invitato per perfezionare le clausole del suo matrimonio con Margherita di Savoia, figlia di Carlo Emanuele. La famiglia Martinengo Colleoni detenne la proprietà del maniero per oltre ducento anni, fino a quando si estinse. Seguirono alcuni passaggi di proprietà conclusi con un periodo di totale decadenza e di completo abbandono dopo l’ultima guerra. Ora appartiene da oltre sessant’anni ai Principi Gonzaga di Vescovato, che ne stanno curando il minuzioso restauro.

 

  • LA MOSTRA "L'ALCHIMISTA DEMIURGO: M' HORO', DI FOGGIA E DI CESELLO"

 

La  superba  Aquila,  circondata  col  collare  dell' Annunziata,  simbolo  dell'antico  Casato  dei Martinengo  che  sovrasta  il  portale  principale  del  maniero  di  Cavernago,  capolavoro  fra  le fortificazioni medievali italiane, farà ancora quest'anno da scenario ad un evento artistico che ci permetterà di rivivere la sua storia che da sempre si fonde tra mito e  leggenda. Qui è ambientata, fino al 24 Aprile 2017, la mostra del Maestro M'horó, l'artista senza volto- e quindi senza identità-che sta suscitando interesse per la singolare scelta di non apparire e di far comunicare solo le sue opere. 

In  questa  particolare  occasione,  il  Maestro  ripercorrerà  le  suggestioni  antiche  dell' epica cavalleresca, del Roman de la Rose, della mistica graalica, del simbolismo araldico, il tutto in omaggio all' incredibile storia dei Martinengo Colleoni, cavalieri, capitani di ventura, alchimisti, mecenati,  ma  soprattutto  protagonisti  di  una  delle stagioni  europee  più  esaltanti  di  tutti  i secoli. Il  linguaggio  creativo  di  M'horó  è  nato  da  un  particolare  impiego  di  materiali  consunti  che, rielaborati con tecniche... " Di foggia e di cesello" rinascono come simboli e simulacri per future generazioni.  
La mostra è stata ambita e organizzata dal Comune di Cavernago, Assessorato alla Cultura, dalla Pro-Loco, dalla Minotauro Fine Art Gallery. Naturalmente con il beneplacito di Sua Altezza  il principe Gonzaga,  erede  della  nobile  stirpe  e  proprietario  del Castello.

Sarà  l'occasione  di  scoprire  finalmente  la  vera  identità  dello  sfuggente  M'horó?  Oppure  ci lascerà ancora nel dubbio? Magari sarà in mezzo a noi al nostro fianco a discutere, o magari si farà largo ad ascoltare i giudizi del pubblico? Ci terrà comunque col fiato sospeso fino a quella data...  Ma  state  sicuri  che  ci  riserverà  un  interessante  percorso  ispirato  dal  singolare  e prestigioso contesto storico dei luoghi colleoneschi.

 

Chi desiderasse unirsi alla visita lo comunichi entro e non oltre venerdì 14 aprile, tramite il form sottostante. Il ritrovo è davanti al Castello (Via Castello, 1) alle ore 9.00. Grazie!

 

Registrazione all'evento

Compila la scheda con le informazioni richieste: